Delfina e il mare (esce domani)

Ho scritto un romanzo per ragazzi. Una storia “al femminile“. E un libro sul mare. Contiene perfino, tra le righe, un piccolo “corso di vela”. L’ho scritto perché qualcosa sul mare, sulle barche, sui porti, sulla pesca, sui pirati possa arrivare alle persone fin dalla prima età, ma anche ai loro genitori. Ho fatto un piccolo sondaggio sui figli dei miei amici: pochissimi sanno qualcosa sul mare, almeno qualche termine, o sono in grado di disegnare un oggetto del mare. Dopo millenni di marineria stiamo tutti diventando ignoranti sul mare, cioè sulla nostra storia, sulla nostra cultura. Diventare analfabeti sulla propria provenienza significa precipitare, significa morire. E un po’, mi si consenta, guardandoci intorno oggi, si vede.

Naturalmente ne è venuto fuori un romanzo sulla passione, sulla libertà, sulle scelte, sull’avventura, e sulla responsabilità. Finisce sempre così quando si scrive di mare. Quando io scrivo di mare, almeno.
La storia ha una protagonista, Delfina, una bambina coraggiosa e piena di curiosità, incantata fin da piccola dal padre marinaio e dal suo mondo di navi, porti e rotte, attratta in modo irresistibile da tutto ciò che riguarda il mare. 
Una notte Delfina decide di fuggire dalla sua stanza per andare a vedere il mare in burrasca, per cogliere da vicino la sua potenza e assaporare il suo mistero. In compagnia del suo cane Timmy, si troverà immersa in un’avventura nautica straordinaria, capace, in una notte, di farla crescere come mai sarebbe stato possibile sulla terraferma. Conoscere il mare, provarne asprezze e meraviglia, le farà comprendere meglio l’amore dei genitori, l’importanza dell’umiltà, il valore della responsabilità.

Mi piacerebbe che adulti e ragazzi leggessero questo romanzo per capire che una vita più a contatto con la natura, nel rispetto del mare, è l’unica vita possibile. Il mare è ancora la nostra vera, autentica storia. Questo libro nasce dal mio grande amore per lui, e per non dimenticare.

Esce domani, il 28 febbraio, per l’editore Salani. Buona lettura.

Share Button

9 thoughts on “Delfina e il mare (esce domani)

  1. Ogni anno, per il compleanno, a mia nipote, regalo un libro. Un libro che non leggerà ora, ma (forse) quando sarà grande. In ogni libro le lascio una lettera, con una parola per me importante; e due righe di augurio legate a questa parola, perché l’accompagni nella vita che vorrà costruirsi. Fin’ora ho scelto libri che – se tutto va bene e ne avrà voglia – leggerà fra 20 anni: Hilman, Marai, Agamben… Quest’anno, dopo averlo letto con i miei occhi da “vecchietta”, mia nipote troverà “Delfina e il mare”, che forse leggerà fra una decina d’anni, forse prima (spero!). Assieme a “Disobbedienza civile” della Arendt. Sembra una coppia azzardata, ma non lo è secondo me. La parola ad accompagnarli “desiderio” – così avrà stelle per orientare la rotta di navigazione.
    “Delfina e il mare” trova anche questo approdo, per i 4 anni di mia nipote. Poi prenderà il largo in nuova forma quando lo leggerà. Una sorta di messaggio in bottiglia per il futuro.

    • A dire poco… Estasiato dell’accoppiamento. Ogni individuazione e esercizio del vero, proprio, profondo desiderio di vita è sempre un atto di disobbedienza. Sensato se esercitato solo la propria responsabilità, nella direzione opposta al bisogno. Grazie. Nipotina fortunata.

  2. deve essere un bel racconto, tra qualche giorno lo compro sicuramente. ora però devo finire di leggerne altri 2

      • il fatto è simone che, come tutti quelli che non hanno ancora cambiato vita, ho relativamente poco tempo per leggere e per altre cose di questo tipo. con questo però non voglio neanche lamentarmi; c’è chi di tempo libero ne ha molto meno di me

  3. Molto particolare la copertina, il racconto deve pure essere affascinante ed intrigante. Devo esser sincero: purtroppo a me i romanzi non piacciono, dovrei superare me stesso ed impegnarmi maggiormente…
    Uff, quanti limiti e difetti, d’altronde siam fatti così!
    Buona continuazione!
    Vale

  4. Siii, lo attendevo ! L’ho prenotato e comunico che a San Benedetto del Tronto, arriverà, a prescindere, ovviamente, dalla mia prenotazione !!!! Evviva Delfina ! 🙂

    • Grazie cara. San benedetto, dov’è salvata mediterranea. Non un posto qualunque per lasciare l’omaggio… Ciao!

Comments are closed.