La Bandiera. Ora c’è. Eccola.

Pubblico qui il comunicato stampa appena diffuso ai media:

Mediterraneo: nasce la Bandiera

Si è conclusa oggi, alle h 14:00 italiane, la consultazione pubblica per scegliere la Bandiera del Mediterraneo. Ecco la prescelta.

L’iniziativa “Una bandiera per il Mediterraneo” è stata ideata dallo scrittore Simone Perotti, e lanciata dalla spedizione nautica, culturale, scientifica e sociale “Progetto Mediterranea”, che ha svolto un lungo viaggio a vela (20.000 miglia) per tutto il Mediterraneo, Mar Nero, Atlantico, dal 2013 al 2019 alla ricerca e riscoperta delle radici identitarie mediterranee. Alla spedizione, oltre ai 50 che l’hanno svolta e sostenuta, hanno preso parte in totale 450 persone.

A rispondere all’appello “disegniamo insieme la bandiera del nostro mondo” hanno risposto quasi 900 designer, artisti, ma anche persone comuni, bambini, semplici appassionati che dal 4 maggio al 15 giugno hanno inviato 1.002 disegni di bandiere allegando un breve “concept” per spiegarne i valori.

Il 15 giugno una commissione internazionale di grafici, fotografi, poeti, scrittori e semplici cittadini del Mediterraneo ha selezionato le 4 maggiormente rappresentative che sono state pubblicate e diffuse da Progetto Mediterranea e grazie ai MediaPartner dell’iniziativa: Linea Blu – Rai 1, il mensile Bolina, il quotidiano La Stampa, con la collaborazione del partner tecnico “Genova for Yachting”.

Dal 18 giugno, infine, la rete e il pubblico hanno votato, dando il via a un testa a testa mozzafiato che ha visto tre delle quattro bandiere alternarsi al vertice del voto popolare.

Alle 14.00 di oggi lo stop al voto, da cui è emersa la bandiera preferita, arrivata prima per una manciata di voti.

Nel complesso hanno votato 5.803 persone.

Ecco i risultati del voto con indicazione delle bandiere secondo la numerazione utilizzata nel link per votare:

1° – Bandiera n.3, giunta da Catania, disegnata da Salvatore Scollo, Hushmand Toluian e Guglielmo Persano: voti n. 1797

– Bandiera n.1, da Napoli, disegnata da Achille Borredon : voti n. 1667

– Bandiera n. 4, da Crotone, disegnata da Francesco Voce : voti n. 1645

– Bandiera n. 2, da Udine, disegnata da Leone Comini : voti n. 694

“Sono entusiasta, perfino commosso” ha commentato lo scrittore Simone Perotti “e non solo perché oggi nasce la Bandiera del sub-continente mediterraneo, ma perché per la prima volta, in ossequio a quanto da noi proposto, migliaia di persone hanno guardato al proprio mondo concependo come parte di un unico continente il Libano, il Portogallo, la Georgia, i Balcani, la Giordania. Il Mediterraneo non è il Tirreno e l’Adriatico, ma molto di più. Oggi, in tanti, conoscono almeno il perimetro reale del grande Mediterraneo, un’area di 30 Paesi, di 3 continenti, di mille culture e altrettante diversità. Il vero “Sesto Continente”, dove vivono 400 milioni di persone, e dove si concentra la maggiore ricchezza culturale e sociale del Pianeta”.

“Questa bandiera” ha aggiunto Simone Perotti “è il primo passo, il simbolo di pace e integrazione, di coesistenza nella diversità che porterà inevitabilmente e necessariamente ai futuri “Stati Uniti del Mediterraneo”. Ciò di cui, tra l’altro, l’Europa ha urgente bisogno per sopravvivere”. “Per questo” ha concluso Perotti “invieremo questa bandiera ai 30 Capi di Stato dei Paesi mediterranei, ai vertici dell’UE, alle autorità italiane. E soprattutto la isseremo noi con orgoglio su Mediterranea”.

La bandiera verrà issata a bordo di imbarcazione Mediterranea, per la prima volta, il prossimo 24 luglio nel corso di una cerimonia pubblica a Porto Maurizio, Imperia. Interverranno gli Autori.”

Share Button

8 thoughts on “La Bandiera. Ora c’è. Eccola.

  1. Sul sito ufficiale e sulla pagina di fb di @progettomediterranea mi è stato cancellato il commento riguardante delle gravi lacune del concorso, quindi lo riporto qui nella speranza che lei lo pubblichi per correttezza di cronaca.

    Mi spiace informarvi che l’albero d’ulivo del progetto della bandiera vincitrice è un’immagine vettoriale stock acquistabile presso questo link:
    https://www.shutterstock.com/…/handdrawn-olive-tree… ”

    non rispettando quindi le regole dettate dal concorso:
    -essere unico autore e titolare esclusivo di tutti i diritti di utilizzazione economica non economica dell’opera grafica
    -che l’Opera non contiene (anche solo in parte) elementi grafici, simboli, marchi, disegni o modelli di titolarità di terze parti
    -che i diritti di utilizzazione economica e non economica relativi all’Opera non sono mai stati precedentemente oggetto di cessione o concessione licenza a terze parti.

    Sappiate che se escluderete i vincitori per questa ragione, anche il 2 classificato possiede nella bandiera un immagine stock recuperabile nel web

    In più se il proprio browser è in modalità incognito (opzione ormai attivabile su tutti) la votazione era possibile ripeterla infinite volte semplicemente chiudendo e aprendo il browser, quindi la votazione era facilmente manovrabile da chiunque.

    • Questo commento lo pubblico. Ma non mi piace. È pieno di cose speciose o sbagliate. Ma non ho voglia di commentare o spiegare o rispondere. Mi limito a dirti che non hai capito niente né del meccanismo né del senso di questa iniziativa. Non pubblicherò altri tuoi messaggi del genere o risposte.

  2. Buonasera Simone,
    eccomi qui, se vuoi possiamo procedere a fare una prova di stampa a Genova dove nota e storica azienda potrebbe produrla per voi e noi.
    Due domande tecniche:
    Se non mi sbaglio la proporzione altezza/base non è quella standard delle bandiere , come la facciamo ?
    A me piacerebbe farne una piccola serie in materiale naturale, come quelle di una volta, cosa ne pensi ?

    Un caro saluto,

    Bartolomeo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.