Per chi si muove

Salpo oggi. Piccolo giro di presentazioni. Non voglio più vagare come una trottola, come in passato (centinaia di presentazioni, decine di migliaia di chilometri, splendido e massacrante), ma neppure interrompere del tutto. Incontrare i lettori è una grande emozione, anche se non ho più la voglia e l’energia di farlo come in passato. Se qualcuno vorrà ascoltare e parlare del romanzo dovrà fare qualche chilometro anche lui e convergere nei posti dove andrò. Ci si vedrà a metà strada, dunque, indicazione geografica che si confà al mio stato interiore di quest’epoca.

Del resto Gregorio viaggia, si muove prima cauto, poi sempre più coraggioso, e scopre il mondo con la curiosità e la gradualità del pioniere. Non posso esimermi di farlo anche io, tanto meno nei giorni in cui celebro i miei primi vent’anni in libreria. Tenendo presente, per la mia rotta, che chi si muove non deve tanto conoscere la sua meta, che è sempre incerta, ma dove si trova. Vi aspetto. Ciao!

«Ecco la metamorfosi: i punti sono diventati linee… Il moto ha preso il posto della stasi,» aveva spiegato a Vincenzo, che cercava di capire cosa fossero quei gomitoli continui e tratteggiati. «Si ma a che servono?» «Non ci troviamo mai. Capisci Vincenzo, passiamo la vita a rincorrerci. Ci perdiamo… Dobbiamo fare qualcosa per collocarci, o almeno per seguire il nostro processo di temporaneo scollocamento. Chi sta fermo può anche non sapere dove si trovi, ma chi si muove deve sempre sapere dov’è». Da Un uomo temporaneo (Frassinelli)

Per incontrarci:

2 maggio, Aci Trezza, Catania –  Villa Fortuna, lungomare dei Ciclopi, Salone Nautico

4 maggio, Palermo – Feltrinelli in Via Cavour 133

5 maggio, Roma –  Feltrinelli in Via Appia Nuova

6 maggio, Torino – Teatro Giulia di Barolo, in margine allo spettacolo tratto da due miei libri (Adesso basta e Avanti Tutta)

15 maggio, Torino – Salone del Libro

21 maggio, (forse, ancora da confermare) Milano

prima di muovervi controllate sempre indirizzi, orari e conferme nell’agenda

Share Button